Benvenuti sul sito del consorzio de La Città Essenziale!

You are here:

Bando Prima Infanzia (0-6) Con I Bambini: Approvato il progetto de La Città Essenziale

Siamo lieti di annunciare che tra gli 80 progetti finanziati con il bando prima infanzia (0-6) dall'Impresa sociale Con i Bambini - il progetto “BAMBINI 6.0 – SEI SENSI ZERO CONFINI” , presentato dal Consorzio la Città Essenziale, ha superato la selezione definitiva.

Recependo le raccomandazioni dell'Europa, secondo cui gli investimenti  nell'educazione e nell'assistenza alla prima infanzia sono fattori di protezione per futuri successi in termini di istruzione, salute, inclusione sociale e lavorativa, il progetto BAMBINI 6.0, de l Consorzio LA Città Essenziale, si focalizza su tre assi di intervento: qualificazione educativa, sostenibilità e accessibilità, cultura dell'infanzia e della famiglia. Di seguito i macro obiettivi:

1) Integrazione e qualificazione dell'offerta educativa: modelizzazione di un sistema 0-6 anni secondo un approccio global e continuativo, ispirato ai principi del globalismo Affettivo;

2) Accessibilità, intesa come inclusione sociale, prevenzione delle fragilità e maggiore disponibilità di strutture educative, sopratutto nelle aree Interne;

3) Istituzione di Centri per la Famiglia, per promuovere la cultura dell'infanzia e della famiglia;

4) Costruzione di un'Alleanza Educativa Regionale, per riconoscere la rete di servizi educativi qualificati.

Il progetto è volto ad avviare sperimentazioni tese a verificare l'efficacia e la sostenibilità di sistemi integrati 0-6 riconoscibili per la continuità del metodo, qualità e accessibilità. Progettare un sistema formativo qualificato sin dalla primissima infanzia significa agire sin dalle basi del percorso evolutivo, prendendosi cura dello sviluppo complessivo del bambino; inoltre, in questo modo si intercettano preventivamente eventuali problematiche del bambino, a livello individuale ma anche relazionale, lavorando congiuntamente con il singolo e col sistema., L'integrazione dei servizi educativi , invece, consolida un approccio uniforme, fatto di: governance coerente, personale formato e motivato, strumenti di apprendimento, sostenibilità, monitoraggio e valutazione costanti. Il sistema 0-6, inoltre, favorisce l'accessibilità dei servizi educativi, soprattutto quelli a frequenza non obbligatoria (com'è attualmente la fascia 0-3), dove la domanda è l'offerta sono estremamente delineate, con una preponderanza dei servizi privati e conseguente innalzamento dei prezzi, a discapito delle famiglie a basso reddito

SPOPOLAMENTO, SCUOLA  E POVERTA': sono questi i capitoli più preoccupanti con cui fa i conti la Regione Basilicata, stando alle drammatiche statistiche rilevate negli ultimi anni. L'Anci Bailicata, conferma una riflessione inesorabile nel numero degli abitanti, conferma una flessione inesorabile nel numero degli abitanti, con ripercussioni importanti sulla disponibilità di attività commerciali, posti di lavoro e servizi, tra cui le scuole, che tendono a concentrarsi nei pochi comuni più grandi. Al 2013, sulle 230.997 famiglie lucane, 52.983 (il 23%) vivono in condizioni di povertà, un dato 10 volte superiore  quello nazionale. Le famiglie con più di cinque componenti sono il 7% (17.0000). Le persone a rischio di povertà o esclusione sociale sono il 25,3%, pari a oltre 279.000 residenti. Gli studi confermano la forte associane tra povertà, bassi livelli di istruzione, bassi profili professionali (working poor) ed esclusione dal mercato del lavoro. Nelle Aree interne, il rapporto tra scuola e territorio è ancor più rarefatto e anche i servizi essenziali di cittadinanza sono carenti: so entra in un circolo vizioso di marginalità, per cui all'emorragia demografica segue un fenomeno di continua rarefazione dei servizi stessi, con ricadute negative sulla conciliazione e su ogni duraturo progetto di sviluppo. Il progetto BAMBINI 6.0 vuole, pertanto, intercettare queste sacche di povertà educativa e raggiungere contesti a forte rischio marginalità, sopperendo alla carenza di opportunità socio-educative e sperimentando la bontà di una presa in carico globale sin dalla primissima infanzia , in coerenza con quanto la regione sta già facendo: oltre a garantire l'erogazione dei livelli essenziali delle prestazioni sociali (tutela minori, assistenza domiciliare, strutture residenziali e semiresidenziali per le famiglie in condizioni di fragilità), l'Ente Pubblico ha infatti l'obiettivo di rafforzare i servizi socio-educativi pe l'infanzia, l'adolescenza e l'integrazione dei soggetti deboli o maggiormente esposti a fattori di rischio sociale.

 

 

Stampa PDF

Copyright © La Città Essenziale Consorzio Cooperative Sociali matera 2017

Template by Joomla Themes & Projektowanie stron internetowych.

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità. Continuando a navigare o accedendo a un qualunque elemento del sito, senza cambiare le impostazioni dei cookie, accetterai implicitamente di ricevere cookie dal nostro sito. Per maggiori informazioni consulta la nostra informativa privacy policy.

EU Cookie Directive Module Information